Rubrica — Fiorentina

Lutto Cittadino per la scomparsa di Davide Astori

Saracinesche abbassate in occasione del funerale del Capitano della Fiorentina. Il cordoglio del Consiglio comunale


L’amministrazione comunale ha proclamato il lutto cittadino per la giornata di giovedì 8 marzo, giorno in cui avverranno le esequie, nella Basilica di Santa Croce, del Capitano della Fiorentina Davide Astori, scomparso prematuramente domenica scorsa ad Udine.

A seguito del considerevole numero di persone che renderanno omaggio alle esequie di Davide Astori, per ragioni di sicurezza, non sarà consentito l'accesso al pubblico all'interno della Basilica di Santa Croce. Per tutti coloro che vorranno salutare per l'ultima volta il Capitano viola, informiamo che domani mattina il feretro, prima di raggiungere la Basilica, transiterà da viale Fanti, e farà una sosta davanti al suo Stadio, prima di proseguire verso Santa Croce.

Confesercenti Firenze, rispondendo all’appello dell’amministrazione comunale, ha invitato gli esercizi commerciali e di somministrazione della città ad abbassare le saracinesche per dieci minuti, dalle 13.00 alle 13.10; tutto questo come forma di rispetto, vicinanza e partecipazione per la scomparsa di Astori. In segno di lutto giovedì 8 marzo il Fiorentina Store I Gigli resterà chiuso fino alle 14:00 e il Fiorentina Store Stadio fino alle 11:30.

Grande partecipazione e commozione durante l'intervento, in Consiglio comunale, dell'assessore Andrea Vannucci che ha ricordato l'atleta scomparso domenica scorsa. “Una testimonianza immensa per Davide Astori. Un vero capitano – sottolinea la presidente della Commissione sport Maria Federica Giuliani – che adesso corre in cielo. Tutta la città si stringe alla famiglia e alla squadra. Allo stadio Artemio Franchi è stato creato, spontaneamente, dai tifosi una sorta di mausoleo grazie al grande affetto della città. Domani, in occasione del funerale, il sindaco ha proclamato il lutto cittadino e, in Santa Croce, è prevista la partecipazione di tutte le squadre di calcio. Sarà l'occasione – conclude la presidente Giuliani – per salutare un grande campione che è entrato nel cuore di tutti”.

Redazione Nove da Firenze