Rubrica — In cucina

Oggi l’inaugurazione della Locanda alla Posta al Ciocco

La nota struttura di Castelvecchio Pascoli


La Valle del Serchio da oggi ha un nuovo ristorante.È stata inaugurata questo pomeriggio, al Ciocco, la Locanda Alla Posta. Numerosi i presenti alla festa di riapertura, tutti accorsi a scoprire la nuova veste di uno dei locali storici della Tenuta.

Spazi esterni e arredi completamente rinnovati: un accogliente ingresso dal caldo stile tradizionale, una spaziosa sala con camino in cui è possibile ricavare angoli di intimità e un’ampia terrazza panoramica con vista sulle Alpi Apuane. «Una location ideale per eventi e ricorrenze private», afferma l’hospitality manager Carlo Celestini, in rappresentanza della gestione a marchio Ciocco della nuova Locanda.

Il ristorante, dal 3 giugno e per tutto il periodo estivo sempre aperto a pranzo e cena, si trova di fronte allo stadio della Tenuta, immerso nel verde e comodamente raggiungibile in auto (per info e prenotazioni: 0583 719242 - 366 6604737; locanda.allaposta@ciocco.it). Propone principalmente piatti della tradizione culinaria toscana, ma non mancano rivisitazioni e sapori ricercati. Il menù spazia dai classici “tordelli” al ragù al pancotto alla lucchese, dalla trota della Garfagnana a portate di carne servita in mille modi. Buona cucina e cultura del vino caratterizzano il percorso professionale di Celestini, in zona conosciuto da tutti per la trentennale esperienza nel settore. Una vera e propria passione, che si riflette anche nella carta dei vini, arricchita da etichette selezionate ed eccellenze locali.

«Al primo posto la qualità degli ingredienti e l’offerta enogastronomica del nostro territorio», conferma l’amministratore delegato del Ciocco Andrea Barbuti, prima di ringraziare gli sponsor e il consolidato team che affiancherà Celestini in questa nuova avventura. Tante le iniziative in programma, a partire dalla promozione rivolta alle famiglie per tutto il mese di giugno “Al più piccolo della famiglia offriamo noi!”.

A fare da cornice al taglio del nastro la coinvolgente performance di live painting di Giorgia Madiai accompagnata dal sassofonista Dimitri Grechi Espinoza. Tra i presenti il senatore Andrea Marcucci, il designer della Locanda Roberto Baronti e l’assessore alle attività produttive del Comune di Barga Gianpiero Passini, che si congratula con gli addetti ai lavori: «Un traguardo importante. A Carlo e all’intera squadra vanno gli auguri più sinceri di tutta l’amministrazione».

Redazione Nove da Firenze