Acqua, Bonus per gli utenti in difficoltà: ecco come richiederlo

Per i nuclei familiari residenti che versano in condizioni socio-economiche disagiate


Dal 3 luglio al 18 settembre presso la Direzione Servizi sociali (viale De Amicis, 21) è aperto lo sportello per il ricevimento delle domande per l’accesso al bonus sociale idrico integrativo anno 2018.
Si tratta di un’agevolazione tariffaria, integrativa rispetto al bonus idrico nazionale (gestito dagli Urp del Comune di Firenze con decorrenza dal 1° luglio) stabilita dall’Autorità idrica Toscana e destinata alle utenze cosiddette ‘deboli’, corrispondenti ai nuclei familiari residenti che versano in condizioni socio-economiche disagiate.

Possono presentare domanda i cittadini residenti nel Comune di Firenze, anche extracomunitari in possesso di regolare titolo di soggiorno, intestatari di un contratto per la fornitura idrica domestica. Possono presentare domanda le famiglie con un valore Isee non superiore ai 13.000 euro (elevabile a 20.000 euro in caso di famiglie numerose con almeno 4 figli a carico). Agli aventi diritto sarà riconosciuta un’agevolazione di importo pari a metà della spesa relativa al consumo idrico riferito all'anno 2017, diminuito dell’importo massimo del bonus sociale idrico nazionale.

Lo sportello per il ricevimento e per l’eventuale supporto alla compilazione delle domande sarà aperto il martedì, il mercoledì e il giovedì dalle 9 alle 13. Sarà anche possibile inoltrare la domanda per posta raccomandata o via mail. La modulistica è scaricabile dalla rete civica o ritirabile presso la Direzione Servizi sociali.

Riepilogo: Le domande si presentano dal 3 luglio al 18 settembre in viale De Amicis 21. I beneficiari devono disporre di un ISEE inferiore ai 13 mila euro (elevabili a 20.000 per le famiglie con almeno 4 figli a carico).

Redazione Nove da Firenze