A Pontassieve treno sostituito dal bus da lunedì 9 luglio

Lavori di Ferrovie alla stazione di Incisa


FIRENZE - I viaggiatori del treno 23597 delle 18.52 da Pontassieve potranno, a partire da lunedì 9 luglio, usufruire del servizio di autobus che, in partenza alla stessa ora, assicurerà ai viaggiatori il proseguimento verso la Valdisieve. La decisione è stata presa per dare una risposta alle richieste dei pendolari e degli amministratori della zona, dopo la soppressione del treno 23597 delle 18.52 prevista dal 9 luglio fino al 17 agosto. Il bus Pontassieve 18.52-Borgo S.L. 19.43, non è ancora presente nei sistemi di vendita, sarà visibile con il prossimo aggiornamento previsto per il 19 luglio.

27 nuovi posti auto gratuiti per i pendolari di Incisa Valdarno che utilizzano il treno. Rete Ferroviaria Italiana ha avviato i lavori per un nuovo parcheggio – in aggiunta a quello esistente - che sarà realizzato in un’area di sua proprietà prossima alla stazione. La fine dei lavori è prevista per la fine di settembre. Investimento circa 100 mila euro. Il nuovo parcheggio sarà consegnato al Comune in comodato d’usa gratuito per la successiva gestione.

La realizzazione di un parcheggio a Incisa Valdarno – spiega il direttore Produzione Toscana di RFI Efisio Murgia - risponde all’obiettivo del Gruppo FS di fare delle stazioni dei veri e propri snodi intermodali per ampliare, in linea con caratteristiche e necessità del territorio in cui sono inserite, la gamma dei servizi per i clienti.

“Sono lavori importanti per la nostra città – commenta la sindaca di Figline e Incisa Valdarno, Giulia Mugnai.- interventi che semplificano la vita dei pendolari che a volte può essere molto stressante. Per Incisa si tratta anche di un’ulteriore riqualificazione dell’area della stazione che, un anno fa, ha visto il restyling completo di viale Marconi. Siamo quindi molto soddisfatti degli investimenti che RFI sta facendo sul nostro territorio, tra cui anche 4 milioni di euro per la stazione di Figline: anche per questo importante snodo auspichiamo che presto si possa trovare una soluzione per l’ampliamento del parcheggio”.

Redazione Nove da Firenze