Unicoop: 1.000 soci questa mattina in assemblea sul bilancio presentato dalla presidente Daniela Mori

È intervenuto anche il sindaco di Firenze Dario Nardella che ha annunciato l’assegnazione del Fiorino d’Oro 2018 a Unicoop Firenze e Fondazione Il Cuore si scioglie. A conclusione un omaggio dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino


Uno sguardo al bilancio 2017, già presentato nelle assemblee sul territorio, e le prospettive per il futuro della Cooperativa che ha chiuso lo scorso anno con un incremento delle vendite. Questi i primi contenuti dell’incontro con i soci Unicoop Firenze che si è tenuto questa mattina al Teatro Obihall di Firenze dove Daniela Mori, presidente del Consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze, ha presentato il bilancio e le prospettive future della Cooperativa.

“I temi forti della nostra azione futura - ha dichiarato la presidente Daniela Mori - rimarranno l’ambiente, la qualità e la sicurezza dei prodotti, l’attenzione ai produttori locali, il benessere e la salute dei consumatori, la valorizzazione del territorio da tutti i punti di vista, economico, sociale e culturale. Tutto ciò sviluppato entro il quadro della partecipazione che è un valore fondamentale, è il nostro elemento costitutivo senza il quale non ci sarebbe cooperazione. Avremo uno sguardo molto attento su ciò che cambia: siamo a un punto di svolta e la vera scommessa sarà quella di saper rispondere al cambiamento mantenendo fermi i nostri valori e la nostra identità cooperativa”.

Nel corso della mattinata ha portato il suo saluto anche il sindaco di Firenze Dario Nardella che ha dato qualche anticipazione sull’evento del 23 giugno alle 21 a San Miniato, quando Daniela Mori riceverà il Fiorino d’Oro, in quanto presidente di Unicoop Firenze e della Fondazione Il Cuore si scioglie.

Sono intervenuti inoltre Vittorio Bugli, assessore regionale e i pescatori che hanno aderito al progetto Arcipelago Pulito, che, partito da un’idea della Regione Toscana, di Unicoop Firenze e di Legambiente, è diventato una buona pratica a livello europeo ed entro la fine del mese sarà presentato al Parlamento europeo. Obiettivo del progetto, partito come sperimentazione a metà aprile, è rendere il mare toscano più pulito. Per farlo, i pescatori hanno iniziato a riportare in porto e avviare verso il corretto smaltimento i rifiuti che restano nelle reti durante la quotidiana attività di pesca. Ad oggi sono 640 i kg di rifiuti pescati in mare, di cui circa il 25% potrà essere recuperato.

Dopo la presentazione, da parte del giornalista Antonio Cianciullo, dei contenuti del suo ultimo libro Ecologia del desiderio, sul tema ambiente e salute, hanno preso la parola alcuni degli allevatori che collaborano con Unicoop Firenze e Coop Italia per l’iniziativa Alleviamo la salute. La campagna promuove la produzione, la vendita e il consumo di carni allevate senza uso di antibiotici. Questo per combattere il fenomeno dell’antibiotico resistenza che rischia, da oggi al 2050, di divenire la prima causa di morte a livello mondiale.

In conclusione, l’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino ha presentato una selezione di arie dalle opere più famose, dalla Carmen alla Bohème fino al Barbiere di Siviglia.

Redazione Nove da Firenze