Rubrica — Giocare in Toscana

Subbuteo: tutto pronto per il Grand Prix di Castelfiorentino

Sabato 7 luglio (ore 15.00, zona stadio) il torneo valido per le squadre di Toscana, Umbria e Liguria


Il Subbuteo Club Castelfiorentino sfiora l’impresa della promozione in serie B ai Campionati italiani di Roma, e ora si prepara a ospitare sabato 7 luglio il Grand Prix, a cui prenderanno parte squadre provenienti dalla Toscana, Umbria e Liguria.

Un periodo particolarmente intenso quello del team castellano, capitanato da Giuseppe Zaccardo, che nella due giorni dedicata ai campionati nazionali (sabato 30 giugno- domenica 1 luglio) si è comportata benissimo, sia pure dopo una partenza disastrosa: cinque sconfitte e una vittoria rimediate nella giornata di sabato. Domenica, invece, la rimonta: grazie agli inserimenti di Bruno Esposito (neoiscritto) e Simone Squarzolo, la squadra castellana ha riportato un pareggio e una sequenza ininterrotta di vittorie, concludendo la classifica a 16 punti, a soli due punti dalla promozione in B.

Gli occhi sono adesso puntati al Grand Prix di Castelfiorentino (sabato 7 luglio, zona stadio comunale, viale Roosevelt 28, ore 15.00), una manifestazione importante riconosciuta a livello nazionale, che contempla la partecipazione di oltre 30 giocatori distribuiti nei diversi gironi della fase eliminatoria. Nel dopocena, è prevista la fase finale (ad eliminazione diretta) e le finali. I vincitori si aggiudicheranno alcuni bellissimi premi messi in palio dalla Federazione Italiana di Subbuteo Calcio Tavolo.

I ragazzi del Club gialloblù stanno mettendo a punto ogni dettaglio per l’organizzazione dell’evento: campi di subbuteo nuovi, sede del torneo suggestiva (Stadio) stand di materiali, gadget per ogni partecipante, ecc.. Il “Grand Prix” gode del patrocinio del Comune di Castelfiorentino. Alla presentazione del torneo interverrà anche il Sindaco Alessio Falorni.

Il Subbuteo Club di Castelfiorentino si riunisce ogni mercoledì sera al Circolo Arci di Varna (dalle ore 21.00). Tutti possono partecipare.

Redazione Nove da Firenze