Speciale Firenze a misura di bambino: come, dove e perché

Una riflessione che parte dalla Firenze dell'architetto Giuseppe Poggi, attraversa la città dei circoli e dei parchi divertimento dell'immediato periodo che succede la Guerra e proietta la visione urbanistica nel boom economico.
Abbiamo scelto l'immagine del Campo di Marte, oggi cittadella dello sport e quartiere densamente popolato costretto ad integrare verde ed eventi, associazioni sportive ed attività di vicinato, ma un tempo ampia area ludica, per rappresentare le vecchie e le nuove funzioni del vivere urbano.

Architetti, Presidenti di Enti di rilievo storico e sociale, assessori e rappresentanti del Comune di Firenze, fino ai genitori ed a toscani illustri che hanno colorato la propria carriera artistica indossando i panni di Pinocchio ci accompagnano in un piacevole viaggio indietro nel tempo per ricordarci chi eravamo e cosa abbiamo perso o ritrovato. 
Cosa resta oggi dopo abbattimenti illustri e le nuove costruzioni, quali sono i nuovi spazi destinati ai più piccoli? Villa Vogel ed Il Boschetto sono oggi un esempio di come potrebbe essere pensata una città a misura di bambino.

Un bambino che nel 2015 è circondato dalle nuove tecnologie, ma non deve rinunciare alle proprie esigenze e soprattutto non deve perdere di vista la fantasia.

Tutti gli articoli su Speciale Firenze a misura di bambino: come, dove e perché

 Il territorio, il
clima, gli...

Speciale: Firenze a misura di bambino

Che attenzione la città sa riservare ai più piccoli, per le attività e gli spazi dedicati all'infanzia, la crescita creativa, il rispetto degli altri e dell'ambiente, la sensibilità all'arte, al teatro e la musica, l'educazione scientifica, il gioco e la pratica sportiva?