serie-d-girone-e-acn-siena-reduci-da-trastevere-con-lipotesi-ripescaggio

Acn Siena: reduci da Trastevere con l'ipotesi ripescaggio

Un pareggio sofferto con, a margine, le parole del presidente romano Betturri che fanno riflettere.

Giuseppe
Giuseppe Saponaro
03 giugno 2021 06:41

Quello che porta in dote la trasferta capitolina è ben più che un pareggio. Un 2-2 sudato giunto dopo un match dove, ancora una volta, i bianconeri non hanno convinto. Riavvolgiamo il nastro e proviamo a sintetizzare.

Emblematico il finale nel quale 2 azioni, praticamente gemelle, fanno malissimo a Guidone e soci. Rimessa laterale sulla destra della difesa del Siena con Tancredi bravo ad eseguire, con le mani, una traiettoria lunghissima. Su azione confusa in area, prima il gol di Milani e poi il palo pieno di Giordani. Scusate se è poco. Nei più la solita preziosa opera di Guberti: vera luce.

Fuori dal rettangolo verde, però, quelle che colpiscono davvero sono le parole di Pier Luigi Betturri presidente del Trastevere: "il Siena non deve preoccuparsi granché in merito al ripescaggio  perché 2 anni fa, avevamo perso i playoff, mi telefonò il presidente della lega Ghirelli per dirmi che per noi c'era posto in serie C. Io risposi che non avevamo uno stadio idoneo. Il Siena invece ha uno stadio adatto. Quindi ritengo che, se c'è volontà di essere ripescati e di pagare l'onerosa gabella, il Siena non avra' nessun problema il prossimo anno a fare la C. Si fidino i tifosi del Siena delle mie parole".

Quello che ci riserva il futuro lo scopriremo vivendo. Per ora, un pensiero, quello di Betturri che fa riflettere.

Forse, il domani è già oggi.

Nella foto, tratta dalla pagina Facebook di Acn Siena, Forte ieri titolare 

In evidenza

© 1997-2021 Nove da Firenze. Dal 1997 il primo quotidiano on line di Firenze. Reg. Trib. Firenze n. 4877 del 31/03/99.