Rom del Poderaccio: il M5S chiede una sistemazione per i gatti, non per i padroni

La capogruppo Arianna Xekalos accusa il Comune, che ha smantellato il campo, di dimenticarsi i tanti animali rimasti lì abbandonati. Ma chiede lo sfratto per gli abusivi (umani) in viale XI Agosto. Come FdI, che tuona contro la baraccopoli a Castello. Donzelli: "Nardella la smetta con le sceneggiate, illegalità e degrado sono colpa sua"


VIDEO — “Qualche giorno fa l'Amministrazione Comunale ha smantellato un campo rom abusivo di fianco al Poderaccio. Sono stati prelevati 22 gatti e consegnati all'Associazione Ama che gestisce un gattile privato, purtroppo però tanti altri gatti sono stati lasciati li” afferma Arianna Xekalos, capogruppo del Movimento 5 Stelle "Oltre ad essere tanti, molto di loro sono troppo magri, hanno bisogno di cure, cibo, acqua e tanto amore" - continua Xekalos - "Perchè il Comune non li ha portati al Parco degli Animali o comunque non si è preoccupato di trovargli una sistemazione?".

Le stesse attenzioni non valgono per gli esseri umani. “Che in Viale XI Agosto ci siano degli alloggi abusivi noi lo sappiamo da mesi, abbiamo anche presentato un’interrogazione a cui il Sindaco da maggio evita di risponderci” commenta la capogruppo del Movimento 5 Stelle “Una comunità di Rumeni e zingari ha preso una ex fabbrica, che un tempo vendeva giunco adesso abbandonata, come abitazione da occupare e da quando c’è stata questa occupazione abusiva sono aumentati i furti nella zona. Non solo, ma gli occupanti gettano e lasciano i rifiuti per terra, carrelli della spesa, sacchi della spazzatura, vestiti, rifiuti ovunque e quando tira il vento questi finiscono nelle proprietà private adiacenti. Cos’ha fatto il Sindaco in questi anni? Niente, non risponde neanche a delle semplici domande.” - continua Xekalos - “Siamo contenti che anche altri gruppi politici si siano accorti di questa situazione, magari adesso si smuoverà qualcosa...”

Eppure anche i gatti del Poderaccio sono abusivi, probabilmente di origine "rumena" -come scrive la consigliera del M5S- e sono immigrati in Italia clandestinamente, come i loro padroni. Ma, fatti salvi i gatti, il Movimento 5 Stelle si allinea ormai alla visione sostanziale delle altre forze di destra con cui costituisce la maggioranza di governo. Resta a dividerli solo la proposta del censimento. Magari anche per i gatti abusivi?

Fate voi il confronto con quanto cosa scrive sullo stesso argomento un esponente certificato della destra fiorentina. "Circa cento clandestini fra cui rom, africani e slavi che vivono tra montagne di sporcizia in un’enorme baraccopoli nell’area di Castello. Non c’è solo il Poderaccio a Firenze: il sindaco Nardella la smetta con le sceneggiate degli smantellamenti, il degrado e l'illegalità sono purtroppo molto diffusi a Firenze e la responsabilità è tutta della sinistra e di chi governa la città da anni". E' quanto denuncia Giovanni Donzelli, parlamentare di Fratelli d’Italia che oggi insieme ad Alessandro Draghi e altri dirigenti di partito ha effettuato un sopralluogo nell'area intorno all’ex mobilificio Becagli di Viale XI Agosto, chiuso ed abbandonato da alcuni anni. “Non è accettabile lasciare delle zone franche come questa, mettendo a rischio la sicurezza dei cittadini e degli occupanti stessi - sottolinea il dirigente di Fratelli d'Italia Alessandro Draghi - oggi durante il sopralluogo abbiamo riscontrato la presenza anche di una persona che ha mostrato una richiesta per una visita infettivologica per una sospetta tubercolosi”. “Dicono che noi siamo cattivi, razzisti e populisti. Ci chiediamo dove sia la solidarietà dei buonisti nell’ammassare in baraccopoli in mezzo allo sporco clandestini e criminali insieme a malati e giovani donne - concludono - noi chiediamo solo legalità e decoro”.

Nicola Novelli