Rubrica — Fiorentina

Progetto testicolo ANT: la potenza è nulla senza controllo

La Fondazione lo ha avviato anche in Toscana, per i giovani atleti di Fiorentina Primavera, Scandicci Calcio e Medicei Rugby


Fondazione ANT e Villa Donatello hanno presentato oggi un nuovo progetto ANT di prevenzione secondaria: il Progetto Testicolo che mira a diagnosticare in fase precoce eventuali condizioni predisponenti allo sviluppo di patologie testicolari e/o di noduli per cui si rendano necessari ulteriori approfondimenti.

Il progetto testicolo ANT, a livello nazionale, prevede l’esecuzione di visite testicolari con ecografia scrotale in uomini dai 18 ai 40 anni d’età – ha detto la Dr.ssa Silvia Leoni, Coordinatore Sanitario Ant Toscana - ma con le giornate organizzate a Villa Donatello, che sono iniziate a fine aprile, si è scelto di mirare ad una fascia d’età ancora più ristretta, quella dai 18 ai 22 anni, organizzando le visite per i ragazzi di tre società sportive che in questi anni hanno collaborato con Fondazione ANT per varie iniziative: Fiorentina Primavera, Scandicci Calcio e I Medicei Rugby. L’idea di questo Progetto è nata a Brescia dove ANT ha organizzato visite analoghe con il contributo di tutte le società di rugby della città,colpite dalla perdita di un giovane giocatore affetto da tumore al testicolo e assistito dall’èquipe di assistenza domiciliare ANT.

Il cancro al testicolo rappresenta l’1-1.5% delle neoplasie maschili e il 5% delle neoplasie urologiche nel loro complesso – ha detto il Dr. Leonardo Guidoni, specialista urologo impegnato nelle visite del progetto a Villa Donatello - L'incidenza di questa malattia è di circa 10 nuovi casi per 100.000 individui l’anno con una crescita continua negli ultimi decenni, ma la mortalità è diminuita del 70% proprio grazie ai significativi progressi raggiunti con la prevenzione e con la terapia di questo tumore. Le nostre visite sono importanti perché possono identificare anche altre patologie maschili e fornire informazioni sui problemi di fertilità maschile. Così come è importante educare le ragazze all’autopalpazione della mammella, è altrettanto utile educare i ragazzi all’autopalpazione del testicolo.

Vorremmo coinvolgere Fondazione ANT – ha detto il Prof. Giorgio Galanti Direttore del Dipartimento di Medicina Sportiva di Caregginelle nostre visite di idoneità sportiva e costruire un progetto da proporre alla Federazione Medico Sportiva Italiana e al Coni, in maniera tale che si riesca a fare una vera informazione e sensibilizzazione dei giovani sull’argomento.

Fondazione ANT, la più ampia realtà non profit in Italia per l’assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore, che dal 2004 si occupa anche di prevenzione, compie 40 anni. Per noi questo è un traguardo importante e l’aggiunta di un nuovo progetto alla collaborazione con Villa Donatello – ha dichiarato Simone Martini, Delegato ANT Firenze – segna un altro passo in più nell’ampliamento delle nostre attività. Da molti anni ormai ANT collabora con le principali società sportive della nostra regione, sia sul fronte della prevenzione oncologica gratuita, sia in iniziative di raccolta fondi. Lo slogan del progetto, La potenza è nulla senza un controllo, vuole sottolineare proprio l’idea dell’unione fra sport e prevenzione, che è ormai un nostro obiettivo primario. Sono contento di aver potuto dedicare queste visite a ragazzi in giovane età perché la prevenzione è ancora più importante quando si è giovani. Il nuovo Progetto testicolo ci consentirà quest’anno di offrire 96 visite gratuite di prevenzione

L’attenzione alla salute della persona e non solo alla cura delle malattie è uno dei pilastri su cui Villa Donatello ha costruito la propria storia- ha dichiarato l’Ing. Lorenzo Bifone Presidente di Villa Donatello - per questo siamo lieti di essere a fianco di Ant anche su questo progetto che ci sembra particolarmente importante per due motivi: è finalizzato alla prevenzione e coinvolge una popolazione molto giovane.

Infatti, anche se la sconfitta di malattie gravi passa innanzitutto attraverso la ricerca, la loro scoperta precoce è assolutamente fondamentale e quindi prima di tutti i giovani vanno educati al monitoraggio della propria salute. Da questo punto di vista, i giovani sportivi, protagonisti di questa campagna e che rappresentano spesso un modello, possono contribuire alla crescita della consapevolezza verso la prevenzione.

La collaborazione fra Fondazione ANT e Villa Donatello è ormai giunta al terzo anno consecutivo,attraverso la promozione di progetti di prevenzione oncologica gratuita aperti alla cittadinanza, Progetto Melanoma, Progetto Tiroide, Progetto Mammella, Progetto Ginecologia. Inoltre, nel 2017, è partito anche il Progetto AccANTo, per i malati oncologici assistiti a domicilio dalla Fondazione che vogliano cambiare il proprio stile di vita, attraverso dieta, attività fisica e una corretta alimentazione, elementi importanti per migliorare i risultati terapeutici, la qualità di vita e la sua durata.

Fondazione ANT si occupa di prevenzione dal 2004 e di assistenza domiciliare gratuita e specializzata per i malati oncologici dal 1978. Nell’area di Firenze, Prato e Pistoia fin dal 1995 ANT assiste i malati di tumore in tutte le fasi di malattia e, dal 1995, nella nostra zona, sono stati assistiti 6300 pazienti. Il servizio “non va in vacanza”, perché rimane attivo anche nel periodo estivo ormai alle porte, 24 ore su 24, tutti i giorni.

Per le richieste di assistenza è possibile chiamare il n. 055.5000210 in orario 9,30-13,30.Per conoscere il calendario mensile delle visite di prevenzione organizzate da ANT a Villa Donatello e in altri luoghi della Toscana, è possibile visitare la sezione Prevenzione del sito ant.it/toscana. Per avere informazioni sulle attività di Fondazione ANT in Toscana e offrire il proprio aiuto come Volontari è possibile contattare la sede di Firenze della Fondazione al numero 055.5000210. 

Redazione Nove da Firenze