Pitti Uomo: c'è grande preoccupazione per il traffico

Le nuove collezioni FW 18/19 saranno protagoniste alla 93^ edizione alla Fortezza da Basso. Centinaia di mezzi di trasporto pubblico mobilitati per le vie di Firenze dal 9 al 12 Gennaio 2018


FOTOGRAFIE — Firenze, 6 gennaio 2018Saranno oltre 300 i veicoli a noleggio con conducente impegnati in servizio da lunedì 8 gennaio fino a venerdì 12 gennaio, in occasione della 93^ edizione di Pitti Uomo in programma a Firenze. E' la stima dell'associazione Azione NCC. Il servizio trasporti – che riguarderà in particolare le tratte fra l'aeroporto Vespucci di Peretola, la stazione di SMN, hotel, Fortezza da Basso e location in cui sono in programma gli eventi collegati a Pitti, coinvolgerà circa 1.500 passeggeri.

“Il nostro servizio di trasporto pubblico torna ad essere protagonista in occasione di una delle manifestazioni più importanti dell'anno per Firenze – spiega il presidente di Azione NCC Giorgio Dell'Artino – e la professionalità degli operatori coinvolti è spesso il primo biglietto da visita della città. E proprio in occasione di questi eventi che vogliamo ribadire con forza il nostro ruolo e la necessità di avere un trattamento e un rispetto corrispondente al lavoro che svolgiamo. Quest'anno – continua Dell'Artino – le difficoltà certo non mancheranno. I tempi di percorrenza, a causa dei cantieri posizionati nelle zone nevralgiche della città, sono più che triplicati rispetto allo scorso anno e il compito di spiegare il perché di eventuali ritardi agli ospiti sarà in primis dei nostri autisti. Comprendiamo l'importanza di uno sviluppo infrastrutturale che certo non farà che bene a Firenze ma il fatto che molte vie saranno impraticabili renderà questa settimana decisamente molto complicata per chi svolge il nostro lavoro. Ci appelleremo alla pazienza e alla comprensione dei nostri clienti ma ci auguriamo che già dal prossimo anno sarà possibile lavorare in condizioni decisamente migliori.”

Le nuove collezioni FW 18/19 saranno protagoniste alla 93^ edizione di Pitti Immagine Uomo, alla Fortezza da Basso dal 9 al 12 Gennaio 2018. Collezioni affascinanti e versatili per esprimere l'identità dei brand e suscitare emozioni ed evocare atmosfere suggestive.

Allo stand di Aeronautica Militare alcuni piloti dei più sofisticati aeromobili italiani. La collezione FW 18/19 è affascinante e versatile, evocativa di un determinato stile di vita e in grado di suscitare emozioni. Pensata per un uomo coraggioso che non segue le mode ma ha il carisma di dettarle, la collezione FW si articola in 3 linee: Official, Urban e Action ognuna con un carattere proprio e definito, ma che possono essere mixate fra loro alla ricerca dell’outfit perfetto.

GTA presenterà la nuova collezione FW 18/19. Una collezione dedicata ad un uomo dallo stile spigliato e dinamico, sempre al passo con i tempi, che spazia con disinvoltura dalle riunioni di lavoro a situazioni più informali e casual. Una collezione FW ricca di qualità e raffinatezza dove il classico si incontra con il moderno, il sartoriale con il tecnologico dove convivono modelli classici e casual, fashion e leisure e dove l’eleganza è nei dettagli. La collezione FW 18-19 meraviglia per la sua raffinatezza, la sua sfacciata eleganza mai urlata, l’innovazione piegata al comfort e le verità sui suoi tessuti. La nuova collezione GTA esordisce a Pitti Immagine Uomo rappresentando un uomo autentico, non travolto dalla quotidianità che aspira ad affermarsi con il proprio stile. Il pantalone “NO SIZE” stravolge i canoni comuni sul pantalone e rappresenta la straordinaria novità di GTA per la prossima stagione. Un capo sorprendente che grazie ad un sistema creato appositamente per la regolazione della vita, si può stringere o allargare riuscendo a cambiare non solo la vestibilità del cinturino ma anche e soprattutto del bacino: un passepartout rivoluzionario grazie al quale non ci sarà più bisogno dello sviluppo del modello in tutte le taglie.Nella FW 18/19 la vita si rialza, il cavallo si abbassa e i fondi si allargano, ma il punto focale della collezione sono i materiali. Dietro alla scelta dei tessuti c’è infatti un grande lavoro di ricerca, di ri-elaborazione e di esclusività: si utilizzano lane armaturate, flanelle sovrattinte e lane “d’archivio”, una serie di tessuti heritage presentati in chiave contemporanea, senza dimenticare un classico da uomo che non passa mai di moda, il velluto. Interessante anche l’introduzione dei pregiati cotoni giapponesi, una scelta di alta qualità con armature importanti. Una collezione che mixa texture diverse, dalle lane fuide e superlight agli effetti maglia di tessitura, dalle armature classiche come diagonali e resche presentate in dimensione macro. Si è lavorato molto anche sulle fantasie della drapperia classica, sui quadri inglesi e sulle stampe più contemporanee. Viene dato ampio spazio ai toni caldi della terra, dal cammello al ruggine, e alle diverse sfumature del verde senza tralasciare i classici del guardaroba maschile: il blu e il grigio.

La nuova collezione Fall/Winter 2018 del brand italiano DOR Shoes e le sue nuove proposte dedicate al mondo femminile saranno presentate all’interno del padiglione Lyceum, Stand 61. DOR, il marchio. Racconta una leggenda che vi era un tempio molto antico con al suo vertice una statua sul cui capo era impressa una scritta: “il mio capo è di bronzo ma a levar del sole sarà d’oro”. La scritta rimase indecifrabile fin quando un giorno l’enigma fu risolto da un saraceno, il quale il primo di maggio al sorgere del sole iniziò a scavare nel punto in cui era proiettata l’ombra della statua, ritrovando un enorme quantità di preziosi e... DOR! DOR: il richiamo a una porta che si apre su una storia che nasce, al primo passo che inizia di un viaggio; ma anche oro come il materiale più prezioso che tanto fa innamorare le persone; e soprattutto DOR come i creatori del pensiero, della scintilla da cui tutto ha inizio. Nasce così una storia che vuole avere le sue origini proprio nel luogo che narra la leggenda. DOR si presenta a Pitti Immagine Uomo con una collezione che rappresenta a pieno la sua anima femminile forte ed estroversa. 

Redazione Nove da Firenze