Rubrica — Running

Paraduathlon, domenica 25 febbraio, a Montelupo Fiorentino

Oltre 30 para atleti hanno sfidato la neve nella gara tenutasi a Montelupo Fiorentino. Giovanni Achenza, bronzo a Rio, ha vinto la sua categoria, facendo l’intero percorso in poco di più di 37 minuti


Il freddo e la neve di domenica scorsa non hanno demotivano né i 32 para atleti che si sono cimentanti nel percorso di Duathlon e neppure i 60 bambini che si erano dati appuntamento nel parco dell’Ambrogiana.

L’iniziativa promossa da Firenze Triathlon e patrocinata dal comune di Montelupo Fiorentino è stata una grande festa dello sport, un evento unico, visto che è la prima gara che viene fatta esclusivamente dedicata ai para atleti.

Una scelta questa che richiede un maggiore impegno per risolvere alcuni aspetti organizzativi e di gestione della gara, ma che è stata fonte di grande soddisfazione.

Il sindaco candida Montelupo ad ospitare anche nei prossimi anni la città per questo tipo di manifestazione, che ha una duplice valenza sia da un punto di vista sportivo e di valorizzazione della disabilità vissuta come diversa abilità, come opportunità.

I risultati sono di quelli da record, visto che Giovanni Achenza, bronzo alle para olimpiadi di Rio, è arrivato primo nella sua categoria percorrendo 3 km con la carrozzina + 12 km con la hand bike + 3 km con la carrozzina in soli 37 minuti e 21 secondi.

La manifestazione, svolgendosi nel centro cittadino, ha richiesto un impegno considerevole da un punto di vista organizzativo e il coinvolgimento di oltre 60 volontari di Misericordia, Pubblica Assistenza, Pro Loco Montelupo e Auser; oltre alla preziosa presenza della Polizia Municipale per la gestione della viabilità.

Tutto si è svolto in un clima di sport e festa e ghiaccio e neve non hanno frenato la corsa degli atleti.

Redazione Nove da Firenze