Rubrica — Agroalimentare

Olio Dop: la tutela del prodotto a salvaguardia del territorio

Il Consorzio Terre di Siena si confronta e guarda al futuro, con un convegno il 26 giugno a Montepulciano


“Realtà e prospettive dell'olio extravergine a denominazione d'origine la DOP Terre di Siena. La tutela del prodotto a salvaguardia del territorio”. E’ questo il titolo del convegno in programma martedì 26 giugno (ore 10) in programma a Montepulciano (Si), organizzato dal Consorzio Volontario Fitosanitario di Siena in collaborazione con il Consorzio di Tutela dell'Olio DOP Terre di Siena, nell'ambito del Progetto integrato di filiera Un Filo d’Oro.

Il convegno (inizio ore 10) si terrà alla Fortezza di Montepulciano (Via di San Donato) e affronterà le problematiche del settore olivicolo nazionale, con particolare riferimento all’olivicoltura toscana e senese. Contemporaneamente si terrà l’esposizione e Banco d'assaggio degli oli DOP Terre di Siena.

«Il convegno di Montepulciano sarà un momento di approfondimento dello stato di salute dell’olio extravergine d’oliva del nostro territorio – sottolinea Avisiano Maccari, presidente del Consorzio Olio Dop Terre di Siena -. L’alta qualità delle produzioni Dop rappresenta una garanzia per il consumatore ed una salvaguardia per il territorio. Bisogna continuare a lavorare nella direzione della tutela del prodotto certificato e della valorizzazione delle produzioni a marchio Dop. Lo faremo in questo appuntamento con addetti ai lavori, affrontando il tema dal lato produttivo e delle conseguenze per il territorio ed il paesaggio toscano».

Il programma Apertura dei lavori – moderati dal giornalista Rai Sandro Capitani - con i saluti del presidente del Consorzio Olio Dop Terre di Siena, Avisiano Maccari; del sindaco di Montepulciano Andrea Rossi e del presidente Fitosanitario, Mario Mori.

Quindi le relazioni a cura di Riccardo Gucci (Università di Pisa) “Olivicoltura della collina interna difficoltà e potenzialità di sviluppo”; Mauro Agnoletti (Università Firenze) “Crisi dell'olivicoltura le conseguenze per il paesaggio”; Ruggero Petacchi (Scuola Superiore S.Anna Pisa) “Olivicoltura sostenibile i rischi dell'abbandono”; Alberto Grimelli(Direttore Teatro Naturale) “Qualità del prodotto a difesa del territorio, l'importanza della DOP. Conclusioni a cura dell’assessore Agricoltura Regione Toscana, Marco Remaschi. A seguire dibattito e degustazione oli DOP Terre di Siena in abbinamento a piatti tipici.

Redazione Nove da Firenze