Ogni occasione è buona per imbrogliare: anche il Black Friday

​Frenesia per gli acquisti online per il Black Friday? Va bene, ma con giudizio.


Sebbene sia abbastanza presto a Firenze si pensa già al Black Friday.

Il Black Friday è una recente tradizione statunitense. Il quarto giovedì di Novembre è sempre stato il Thanksgiving Day, cioè il giorno in cui i coloni avevano finito i lavori agricoli e rendevano grazie a Dio per i loro raccolti. Ma in tempi più recenti si è sviluppato anche il concetto del Black Friday, come data ideale per grandi svendite. Grazie al fatto che il mercato online è mondiale, la giornata si è affermata dappertutto, specialmente per quanto riguarda sconti e ribassi sugli articoli elettronici.

In questi giorni a Firenze i negozi sono zeppi di persone: gli sconti movimentano il mercato. E' questo il periodo di saldi estivi che anche in città, come in tutta la Toscana, durano fino al 4 settembre. Gettonatissimi, tra gli acquisti capi semplici come t-shirt, pantapalazzo, jeans ed ovviamente sandali. C'è chi pensa all'abbigliamento e chi invece attende con ansia il periodo di sconti dell'elettronica e di altri prodotti. C'è ancora da aspettare qualche mese ma le regole dei periodi di sconti sono sempre uguali.

Si sa come vanno le cose: i giorni di mercato, dato che attraggono tanta gente pronta a spendere, attraggono anche i borseggiatori e gli imbroglioni, e così il Black Friday attrae rivenditori online dalle pratiche commerciali quantomeno discutibili, e anche veri e propri truffatori.

Succede ogni anno: dato che le offerte sono spesso valide solo per quelle ventiquattro ore o poco più, e che spesso sono molto allettanti, i consumatori non fanno molta attenzione alle credenziali di chi fa quelle mirabolanti offerte.

Il caso più recente, verificatosi all'ultimo Black Friday, è stato di diversi siti che hanno offerto telefonini, fotocamere ed altri apparecchi elettronici a prezzi ribassati. Quello che non era affatto chiaro dal loro sito è che si trattava di vendite del tipo drop shipping. Cioè, il rivenditore non disponeva a magazzino dell'articolo: una volta acquisito l'ordine - ed incamerato i soldi - lo faceva produrre appositamente. Potendo così permettersi il prezzo più basso, ma mettendosi non in condizione di consegnare il prodotto nei tempi previsti.

Così, diversi consumatori che speravano di ricevere il loro telefonino nuovo entro tre giorni circa, come promesso, a Natale non avevano ancora avuto niente. Mentre ovviamente i loro soldi erano stati riscossi. In questi casi è intervenuta l'Autorità Garante della concorrenza e del mercato, imponendo ai siti di sospendere tutte le attività fino al momento in cui non avessero consegnato le merci, o rimborsato gli acquirenti.

E questi non sono neppure i rischi peggiori del fare acquisti senza pensarci troppo perché è il Black Friday. Sono capitati casi di truffe vere e proprie. Consumatori che hanno pagato con un versamento su di un conto corrente intestato ad una persona fisica invece che alla società che teoricamente vendeva il bene, o peggio ancora su di una carta ricaricabile. Le somme sono andate perse.

Di seguito alcuni consigli per proteggervi da questi tipi di frodi:

1 - Verificate il sito da cui state acquistando

Per evitare casi di “drop shipping” verificate sempre il sito da cui state acquistando, controllate bene i termini e la privacy, chi è la società e come opera nel mercato. Con una semplice ricerca su Google del nome dell’azienda o il nome dell’azienda più la parola “forum” o “opinioni” potrete trovare i commenti di chi ha già acquistato e valutare se procedere con il vostro acquisto.

2 - Recesso, questo sconosciuto

Cosa che molti non controllano è il diritto di recesso. Sembra banale ma la differenza tra un e-commerce improvvisato e un’azienda ben strutturata non è nella spedizione del prodotto, ormai fattibile con pochi soldi anche da un utente casalingo, ma la capacità di gestire e amministrare i recessi.

Sebbene il diritto di recesso è obbligatorio per legge e come vi ricordiamo è esercitabile se comunicato entro 14 giorni al venditore anche senza un valido motivo per gli acquisti online, un venditore improvvisato come può far fronte ad un reso di un elettrodomestico / tv dai valori molto elevati? Ricordiamoci infatti che il reso è a carico del venditore, non importa se effettua “drop shipping” o altro.

Infatti la maggior parte delle volte la risposta che riceverete dal venditore improvvisato è la non risposta o un muro alle vostre richieste.

In questi casi l’unica via è armarsi di molta pazienza, la cosa fondamentale è avere la prova che avete inviato la raccomandata al venditore entro i 14 giorni è che sia stata ricevuta. Poi possiamo affidarci ad un ente che possa seguirci nella pratica di segnalazione del venditore scorretto, come l’ADUC (Associazione per i diritti degli utenti e dei Consumatori) e sperare che la pratica venga chiusa velocemente.

3 - Affidarci a portali certificati nella pubblicazione degli sconti e offerte

Non molti sanno che esistono dei portali certificati ed autorizzati dagli stessi e-commerce alla pubblicazione dei loro sconti e offerte. Di norma l’accesso a questi portali avviene tramite un intermediario, un’agenzia di marketing che si occupa di dialogare con i portali e i clienti degli e-commerce. Questo filtra in automatico tutti i truffatori e venditori non autorizzati in quanto non hanno né le referenze, ne le capacità economiche di farsi seguire da un’agenzia di marketing di alto livello.

Un esempio di portale certificato è Piucodicisconto.com, portale autorizzato alla pubblicazione di codici sconto, offerte e sconti degli e-commerce più importanti online. Infatti sulla pagina dedicata al Black Friday, potremmo trovare solo offerte autorizzate e tutti i negozi che partecipano alliniziativa, ed essendo tutti negozi che come spiegato sopra hanno dovuto seguire un iter di approvazione, possiamo procedere con i nostri acquisti andando sul sicuro!

In generale, fare acquisti online in gran fretta non è mai una buona idea; è proprio il tipo di situazione in cui non si riesce ad essere abbastanza attenti e prudenti. Ma se si è sicuri del sito cui si fa ricorso, questa è già un'importante garanzia.

Redazione Nove da Firenze