Rubrica — Scomparsi in Toscana

Mostro di Firenze e Zodiac: serial killer a confronto

Ha suscitato molte reazioni l'ipotesi che possa esserci una stessa mano dietro i delitti del Mostro di Firenze e quelli del Serial Killer della California. Entrambi sono ancora senza nome


 Una nuova pista si è inserita nel labirinto che da 50 anni separa i duplici delitti di Firenze dalla soluzione dell'enigma. 
Cosa c'entra il Mostro di Firenze con il Serial Killer americano Zodiac?

Un giornalista italiano avrebbe raccolto la confessione di un uomo che si sarebbe dichiarato colpevole ed autore di entrambe le stagioni di sangue: California anni '60 e Firenze anni '70 ed '80. 
Questo passaggio fondamentale, tutto da verificare, ha portato a paragonare due profili criminali rimasti sino ad oggi circoscritti, ciascuno all'interno del proprio territorio di appartenenza.

Dai faldoni relativi al Processo che ha visto imputato Pietro Pacciani, è emersa una lettera anonima inviata nel 1988 alla sede de La Repubblica di Firenze. A recuperare il reperto è stato il documentarista Paolo Cochi collaboratore dell'avvocato difensore di Pacciani, Rosario Bevacqua.

Cochi spiega oggi "La lettera conteneva un cartoncino azzurro con dei simboli astrali che non hanno nulla a che vedere con le lettere di Zodiac. Questo lo dice una perizia del 1989. E' un documento che secondo me, e secondo gli esperti che lo hanno periziato, non è assimilabile alle lettere di Zodiac. A colpo d'occhio può dare un'impressione particolare. E' l'unica lettera che fu presa in considerazione dagli inquirenti e fu periziata perché ha dei ritagli di giornale ed era abbastanza simile a quella ricevuta da Silvia Della Monica e contenente un lembo di seno di una vittima e perciò certamente del Mostro. Alcuni elementi però escludono che l'anonimo possa essere il Mostro: la colla era diversa, i ritagli di giornale erano diversi e la lettera stessa era di altra fattura, c'è una affrancatura diversa, la città di partenza era Como mentre il Mostro la imbuca da San Piero a Sieve. All'interno ci sono simbolismi che nelle lettere di Zodiac non ritroviamo. Fare un'associazione tra le due ed ipotizzare che possano essere di Zodiac o del Mostro o addirittura di entrambi è una ipotesi da scartare". 

La lettera è stata periziata oggi, anche dalla grafologa Sara Cordella intervistata da Chi l'ha Visto?
La dottoressa Cordella spiega a Nove da Firenze di aver effettuato due comparazioni ben distinte tra loro e differenti anche dalla perizia del 1989, nella quale si cercavano elementi riconducibili al solo Mostro di Firenze.
La grafologa ha messo a confronto le buste: la busta del 1985 indirizzata al magistrato Silvia Della Monica e la busta anonima indirizzata al giornalista di Firenze nel 1988. "L'imbustamento presenterebbe delle similitudini per via dell'intestazione assemblata con ritagli di stampa - spiega la dottoressa Cordella -: che i caratteri non fossero gli stessi è inevitabile, così come l'affrancatura, visto che tra le due corrono tre anni di distanza, la scarsa quantità di colla all'epoca rilevata non rese possibile l'individuazione del prodotto usato ed è quindi impossibile effettuare, su questo, un confronto"
La seconda comparazione ha riguardato il cartoncino azzurro contenuto nella busta dell'anonimo recante simboli, numeri e lettere ed un messaggio cifrato riconducibile a Zodiac contenente anch'esso lettere e simboli. "La tipologia di caratteri è affine, così scrivo nella perizia - spiega ancora la grafologa - e soffermo l'attenzione su alcuni caratteri in particolare, sulla parola "may" scritta in inglese e su alcune cifre incolonnate, riferibili in quasi tutti i casi agli anni in cui sono stati commessi i delitti attribuiti al Mostro di Firenze".

Veniamo al profilo criminologico. Zodiac e il Mostro che assassini erano? Secondo Cochi i due profili sono diversi "Il Mostro finisce le sue vittime, mentre Zodiac lascia in vita alcune delle sue vittime. Altre diversità sono negli strumenti, il Mostro usa una Calibro 22, Zodiac usa il coltello. Altre differenze sono nella vittimologia: il Mostro uccide esclusivamente coppie appartate in auto, Zodiac inizia la sua serie con due coppie ma poi uccide random. Il Mostro è freddo ed organizzato, ha una firma specifica rispetto a Zodiac che è disorganizzato ma è un comunicatore che si rivolge ai giornali mentre il Mostro scrive una sola volta, alla Della Monica. Non vuol dire che l'uno non possa essere l'altro. Da un punto di vista criminologico però il Mostro e Zodiac sono soggetti ignoti e diversi tra loro".

Solo una pista suggestiva dunque? Di sicuro ha riportato l'attenzione su una data, il 1985, e sull'ultimo duplice omicidio commesso alla piazzetta degli Scopeti. 
Da lì forse occorre nuovamente ripartire, scevri da ogni congettura o pregiudizio. In quel tragico weekend di settembre il Mostro ha cercato per la prima volta di comunicare con gli inquirenti, li ha sfidati e forse ha commesso un errore.

Paolo Cochi - Zodiac e il Mostro di Firenze, profili a confronto

Scomparsi in Toscana — rubrica a cura di Antonio Lenoci

Antonio Lenoci

Antonio Lenoci — Giornalista. Nato nel 1979 a Firenze è stato speaker radiofonico a Radio Rosa Toscana. Ha collaborato con Testate online della Toscana. Corrispondente da Firenze per Radio Bruno, network radiofonico nazionale.

E-mail: nove@nove.firenze.it