Rubrica — LifeStyle

LUX4G. La creatività passa attraverso l’alternanza scuola-lavoro alla Russel-Newton

Presentato il progetto LUX4G, un bell’esempio di confronto tra la scuola e il mondo della pelletteria artigianale


I giovani studenti del settore tecnologico Sistema Moda dell'Istituto Russell-Newton di Scandicci hanno presentato la creazione LUX4G, delle borse e accessori, a conclusione del progetto portato avanti con l’azienda di pelletteria Sapaf Atelier 1954, dopo un processo di alternanza scuola-lavoro durato circa due anni. Una storia di successo, grazie a un rapporto di collaborazione fra le parti, ma, soprattutto di passione.

Una passione nata quando ancora i ragazzi frequentavano la terza G, ora sono in quinta. Si è sviluppata grazie in un fortunato incontro con Andrea Calistri, maestro artigiano e imprenditore della pelletteria Sapaf Atelier 1954, e Simona Ciardi, docente di riferimento delle tecniche del sistema moda, durante il quale è stato deciso un esperimento. Andrea Calistri metteva a disposizione la sua azienda e la sua esperienza di pellettiere, i ragazzi, seguiti da Simona Ciardi, la creatività e l’innovazione per delle borse. Nei due anni trascorsi, sono stati fatti dei progetti, è stato scelto fra i tanti, il modello ritenuto da tutti gli studenti, della ormai, quarta G, il più valido progetto di borsa ed è iniziata la realizzazione in azienda. La Sapaf ha seguito fedelmente le decisioni degli studenti, sia per il colore del filo da utilizzare che per i materiali e gli accessori. Un lavoro di equipe e di entusiasmo.

Il coronamento di questa storia si è svolto ieri mattina nel prestigioso spazio del Castello dell’Acciaiolo a Scandicci, alla presenza della autorità, dove sono state presentate le realizzazioni: una borsa-zainetto adatto a una donna professionista che ha la necessità di essere allo stesso tempo elegante, femminile e professionale insieme agli accessori. Il percorso si è concluso con la donazione della collezione alla scuola da parte di Sapaf Atelier 1954, di fronte a Sandro Fallani, sindaco di Scandicci, Diye Ndiaye assessore all’Istruzione del Comune di Scandicci, Eugenio Giani, presidente del Consiglio Regionale della Toscana, Caterina Debernardis, rappresentante USR Toscana, Anna Maria Addabbo, dirigente dell'Istituto Russell Newton, Andrea Calistri Maestro Artigiano titolare di Sapaf Atelier 1954 e i ragazzi della classe 5G dell'Istituto Russell Newton.

Anna Maria Addabbo, dirigente dell'Istituto Russell Newton, ha mostrato la sua soddisfazione spiegando: “Il progetto è nato due anni fa. Il Russell-Newton ha puntato sull’alternanza scuola lavoro già prima che diventasse obbligo di legge e questo ha permesso di arrivare all’obbligatorietà avendo già tutta una serie di relazioni che hanno consentito di attuare progetti di eccellenza. Alla scuola arrivano proposte di tutti i tipi ed è responsabilità della scuola scegliere quali siano i progetti migliori per i ragazzi, maggiormente votati all’apertura del territorio. Questo progetto risponde alla missione che una scuola pubblica deve avere. I ragazzi hanno imparato tantissimo. Il progetto nasce da ideazioni individuali: per arrivare dalla pluralità delle idee all’unicità del prodotto hanno imparato a lavorare in gruppo e ad avere a che fare con una committenza esterna e rispondere alle esigenze del mondo esterno. A questo si aggiungono le competenze specifiche del settore moda, animate dal contatto con l’azienda. Le competenze artigianali rese disponibili da Andrea Calistri sono state proprio un’osmosi tra scuola e territorio. Un progetto che ha rappresentato un valore formativo ma anche orientativo».

L'evento si è tenuto sotto il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, della Regione Toscana e del Comune di Scandicci, in collaborazione con Fondazione Istituto Tecnico Superiore MITA - Made in Italy Tuscany Academy e grazie al supporto di Amaranto srl, TortaPistocchi, Ghiott Firenze, Fattoria Sant'Appiano, Segafredo Zanetti Coffee System, Da Saba srl.

LifeStyle — rubrica a cura di Cecilia Chiavistelli

Cecilia Chiavistelli

Cecilia Chiavistelli — Giornalista, ha lavorato al Nuovo Corriere Fiorentino e Testate on line. Da anni si occupa di immagine e comunicazione per varie aziende con particolare attenzione al settore interior design. Nata a Poggibonsi (SI), ha studiato grafica a Palazzo Spinelli. Per inviare le vostre domande o per richiedere consulenze di interior design potete scrivere a: lifestyle@nove.firenze.it

E-mail: lifestyle@nove.firenze.it