Rubrica — Spettacolo

LuglioBambino Festival 2018

Sono passati 50 anni dalla Rivoluzione del Sessantotto. Nella Primavera di 50 anni fa le strade e le piazze del mondo furono invase da giovani che inneggiavano alla PACE e davano inizio ad una Rivoluzione Pacifica.


25° edizione, All you need is love, teatro-circo-cinema-animazioni-laboratori-letture-incontri dal 1 al 17 di Luglio 2018.

Quei giovani invitavano alla non-violenza, invitavano a caricare i cannoni con FIORI e non BOMBE.

L’AMORE è la cosa più importante per gli esseri umani, la più importante del MONDO.Ed è necessario ricordarlo perché noi pensiamo che il FUTURO si giocherà su come sapremo usare la nostra intelligenza per integrare il diverso, superando le paure. Così lavoreremo alla PACE.Dal 1 al 17 Luglio torna Luglio Bambino, Festival della città Metropolitana di Firenze, ciascuna città partecipante al progetto ha individuato la propria vocazione artistica: Campi Bisenzio curerà il teatro per ragazzi, Calenzano il cinema per ragazzi, Sesto Fiorentino la letteratura per l’infanzia,Signa il circo, Lastra a Signa la musica e Scandicci l’arte contemporaneo.

Organizzato da AttoDue e promosso dai comuni Campi Bisenzio - Sesto Fiorentino,Calenzano, Signa, Lasta a Signa, Scandicci, Città Metropolitana di Firenze e la Regione Toscana, con la direzione artistica di Manola Nifosìe Sergio Aguirre, il Festival prende il via Domenica 1 Luglio alle ore 18.00 a Signa (Parco dei Renai) con Microcirco che presenta lo spettacolo “Clown di latta”.

Dal 1 al 9 di Luglio il Festival si sposta al Parco Iqbal (Campi Bisenzio) tutti i giorni dalle ore 18.00alle ore 23.00, con laboratori, animazioni, letture, incontri e teatro.

Nel pomeriggio laboratori, presentazioni di libri, letture: laboratori di teatro-gioco a cura del Centro Iniziative Teatrali, Laboratorio Yoga family (Ginkgo Lab asd), L’ho fatta grossa -laboratorio di manualità- (Spazio Arte) e letture a cura dell’Associazione Mamme amiche di Campi Bisenzio e il laboratorio di scrittura a cura del Porto delle Storie.Lo Spazio Libreria sarà gestito da Fahrenheit. Aperto tutti i giorni dalle 18.00 alle 23.00. dove si terranno letture, presentazioni di libri e incontri con gli autori.

Dal 2 al 5 Luglio si presenteranno gli spettacoli in concorso, visionati dalla Giuria dei Bambini e la Giuria dei Giornalisti.

Il 2 Luglio la compagnia Fondazione Sipario Toscana Onlus presenta Mafalda e il suo cagnolino, Mafalda ci racconta l’importanza che hanno gli animali nella nostra vita sin dall’infanzia.

Il 3 Luglio I fratelli caproni porteranno L’omino del pane e l’omino della mela, due buffi personaggi, mezzi cuochi e mezzi clown, creatori di storie fantasiose e di ricette, hanno deciso di preparare un lauto pranzetto a tutti i bambini.

Mercoledì 4 Luglio teatro di figure animate con Il teatrino dei burattini di Varese e la loro produzione Cartina. Seguendo le avventure della bambina di carta, il cui nome dà il titolo allo spettacolo, gli spettatori incontreranno curiosi animali e strani personaggi.

L’ultimo spettacolo in concorso il 5 Luglio sarà Zac colpito al cuore, produzione diLaborincolo/PaneDentiTeatro/ATGTP, il nostro protagonista è abile nell’inventare storie di draghi e cavalieri coraggiosi. Sembra tutto perfetto, finché non gli chiedono di scrivere una storiad’amore.…

La rassegna va avanti con Proscenio Teatro di Porto Sant’Elpidio con Punto e Punta, la Fondazione AIDA di Verona e la versione del classico Tre Porcellini ed infine TeatrOmbria presenta Oggi sposi ovvero la vera storia di Cenerentola. Chi preparò il pranzo di nozze di Cenerentola? Ma loro naturalmente…le sorellastre! Ecco a voi tutti i retroscena di quella festa che entrò nella storia dei matrimoni da favola.Lunedì nove Luglio al Teatro Dante Carlo Monni si presenta la produzione del festival e AttoDue C’era una volta il flauto magico di Manola Nifosì. Come si combattono i draghi, i mostri, i serpenti giganteschi…? Il Principe Tamino chiede una spada, ma gli viene offerto un flauto, e che se ne farà lui di un flauto? Alla Principessa Pamina viene consegnato un pugnale, per liberarsi dal terribile Sarastro che la tiene prigioniera…ma lei non vuole uccidere!

Anche il buffo Papageno, l’uccellatore che cattura uccelli, è alla ricerca della felicità ma non sa come riconoscerla ed acchiapparla…Tutti cercano qualcosa e ancora non sanno che tutto ciò di cui hanno davvero bisogno è solo Amore; ma l’Amore e la Libertà non si possono conquistare se si ha il cuore prigioniero dell’ odio e della vendetta.Mistero, amore, amicizia, umorismo, questo è il viaggio che percorreremo seguendo le note magiche della musica di Mozart, le sue arie famose che riproporremo in libere interpretazioni.

L’opera di Mozart ci regala un racconto fantastico del rito di iniziazione, ricco di colpi di scena,dove ciò che è non è.

Tra il 10 e il 13 Luglio ci spostiamo a CiviCa, Biblioteca di Calenzano con il Cinema come protagonista, 2 laboratori per bambini dagli 8 ai 12 anni: Fa - stop Motion, Laboratorio di cinema di animazione a cura di Lorenzo Ciacciavicca e I Film in Tasca, Laboratorio di cinema per bambini, condotto da Paolo Beneventi.

Il 13 ci sarà Corti da favola- Selezione di cortometraggi internazionali per ragazzi. La giuria di bambini delle scuole di Calenzano sceglierà il Corto vincitore della prima rassegna di Cortometraggi per ragazzi di Calenzano.Gli spettacoli la sera al Castello di Calenzano, l’10 luglio, Sette in un colpo della compagnia Trabagai (Livorno) ed il 13 lo spettacolo di circo teatro Immaginaria, mentre l’11 alle ore 18.30 al Parco del Neto si terrà l’animazione circense e di clownerie L’idolo della fantasia con GunterRieber (Svizzera)

Lunedì 16 Luglio ci spostiamo a Scandicci al Castello dell’Acciaiolo, nel parco del castello alle ore18.00 si terrà il laboratorio Tracce di Colore e la sera alle ore 21.30 a Pomario lo spettacolo della compagnia Erewhon di Monza L’impronta dei colori, uno spettacolo che attraverso la "magia" delracconto fa scoprire ai bambini la "magia" dell'Arte.

Il festival si chiude il 17 in due luoghi diversi: a Sesto Fiorentino, Biblioteca Ragioniere con lo spettacolo di narrazione Col naso all’insù, e al Comune di Lastra a Signa , largo le mura con lo spettacolo di trasformismo e musica su trampoli Pindarico, un volo in bilico tra il reale e l’immaginario, entrambi alle ore 21.30.

Un’occasione irripetibile per stare insieme, ascoltare, ospitare, lasciarsi invadere pacificamente da artisti, giocolieri e saltimbanchi.

Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio: "intelligenza di Lugliobambino sta anche nella capacità di rinnovarsi ogni anno e di spingersi in un'area più vasta del solo Comune di Campi Bisenzio, un'area che ha eccellenze capaci di sviluppare l'indispensabile cultura per i più piccoli.Dopo 25 anni è un progetto che sa raccontare molto e dare impulso".

Donatella Golini, Assessore al bilancio Comune di Sesto fiorentino: " Ci sono molte parole chiave in questo festival, il concetto di rete ad esempio, non sempre facile da realizzare fra gli enti locali ma essenziale per la comunità, la presenza sui territori che colma, attraverso il festival dei bambini, la frantumazione creata negli ultimi anni critici. E poi la parola chiave del suo titolo, Allyou need is love, è capace di evocare empatia e rispetto".

Elena Scarafuggi, Assessore politiche sociali e scuola del Comune di Lastra a Signa: "importante la condivisione con gli altri territori. Questo festival favorisce l'ideale riscoperta dei valori dell'infanzia, valori che devono essere riconquistati. Le fiabe ci raccontano chi siano i buoni e i cattivi, questi ultimi sono chi non aiuta, chi non accoglie e manda via. Si deve scalfire il muro dell'egoismo".

Barbara Degl'Innocenti rappresentante del Sindaco di Scandicci: " felice il nostro ingresso nel circuito di Luglio Bambino, è molta la cultura proposta, come forte è l'emozione e costruttrice l'educazione all'affettività. E' importante avere spazi collettivi e corali come quelli creati dal festival in cui la famiglia si ricongiunge nel tempo libero che non è vuoto ma pieno".

Per info: 347 243 3106 - 329 863 8437

Spettacolo — rubrica a cura di Alessandro Rella

Alessandro Rella

Alessandro Rella — Fiorentino. Coltiva fin da ragazzo un autentico interesse per la fotografia. Ad oggi, per lavoro, fotografa pietre, perle e gioielli. Per Nove da Firenze segue gli spettacoli che animano il territorio

E-mail: spettacolo@nove.firenze.it