Rubrica — Agroalimentare

La Cantina Sociale Colli Fiorentini sulla via Francigena

Il 4 giugno inaugurazione della nuova gestione del punto vendita


Gambassi Terme, 2 giugno 2018 - La sua passione è il vino e il suo sogno si è realizzato in Italia, a Gambassi Terme, lungo la via Francigena. Eduardo è arrivato dal Brasile con la sua famiglia un anno fa e adesso gestirà il punto vendita della Cantina Sociale Colli fiorentini. Una grande opportunità, offerta attraverso l’inserimento lavorativo, che ha dato una nuova speranza a lui, a sua moglie e ai due figli, Pedro e Giulia. “Ho inseguito una passione che mi ha portato fin qui - racconta Eduardo - Prima ho lavorato nell’agricoltura biologica poi mi sono avvicinato al mondo del vino e mi si è aperto un orizzonte. In Brasile abbiamo poche varietà di uve, nemmeno una decina, qui parliamo di centinaia e centinaia di uve diverse.”

Dopo tanto lavoro, finalmente gestirà un posto suo, un punto vendita da 100 metri quadrati in via Morandi 36: “Finalmente posso costruire qualcosa in un ambiente che sento mio”. L’inaugurazione è in programma lunedì 4 giugno.

“Siamo contenti di affidare uno dei nostri sette punti vendita ad una persona appassionata come Eduardo - ha detto Ritano Baragli, presidente della Cantina Sociale Colli Fiorentini - L’amore e l’impegno che ha messo nel suo lavoro, sin dal primo giorno, lo ha premiato ed è riuscito a realizzarsi. La nostra Cantina arricchisce la passione per questo lavoro con progetti di alto valore sociale e questa unione rende uniche le nostre aziende e il nostro vino”

La Cantina Sociale Colli Fiorentini ha il suo centro produttivo nella valle del torrente Virginio a Montespertoli. Più di 850 aziende, in prevalenza ubicate nelle zone di produzione del Chianti Docg, del Chianti Classico Docg, del Toscano Igt e dell’ Olio Igp Toscano, conferiscono i propri raccolti ai siti produttivi della Cooperativa, che oggi può contare su un fatturato di 11 milioni di euro. La Cantina produce il 7% del vino Chianti, primo produttore della denominazione, e vinifica uve autoctone e internazionali come, solo per citarne alcune, sangiovese, canaiolo, colorino, ciliegiolo, malvasia, merlot, cabernet, chardonnay. Sono 300 i soci e circa 1500 gli ettari di vigneti che producono 12.000.000 di kg di uve che vengono vinificate seguendo metodi tradizionali con le più avanzate tecnologie, frutto di investimenti negli ultimi anni per oltre 10 milioni di euro. Un’attenzione particolare è rivolta all’ambiente: oggi è infatti la prima cantina cooperativa toscana che si è dotata di un impianto fotovoltaico che consente di produrre ed utilizzare energia pulita.

Redazione Nove da Firenze