Rubrica — Motori

Jonathan Rea trionfa a Misano e si conferma leader del campionato mondiale Superbike

Fotografie di Marco Savino

Il weekend appena concluso conferma l’ottimo lavoro svolto dal team Kawasaki, che conquista la Superpole con Sykes ed entrambe le gare con Jonathan Rea. Ducati in leggera difficoltà, porta a casa un secondo posto con Davies il sabato e un terzo posto con Marco Melandri in gara 2


Sul circuito di casa per Ducati, dove dal 20 al 22 luglio si svolgerà l’evento biennale più atteso dai Ducatisti (World Ducati Week 2018), il Round Superbike Pirelli Riviera di Rimini si colora di verde, sono infatti i due piloti Kawasaki a conquistare rispettivamente la Superpole firmata da Tom Sykes e la doppia vittoria, ad opera del cannibale Jonathan Rea. Il team Aruba Ducati si lecca le ferite, portando a casa due preziosissimi podi rispettivamente con Chaz Davies e Marco Melandri.

GARA 1

Il bellissimo clima estivo, che Misano ha riservato al circo della Superbike, ha fatto decisamente bene a Jonathan Rea, che in riva all’Adriatico ha sfoderato tutta la sua classe e il suo potenziale, andando al comando dalla prima curva per imporre subito il suo ritmo. Un passo gara inavvicinabile per chiunque, ha presto fatto capire agli inseguitori che Jonathan così forte sarebbe stato difficile da battere. A completare il podio del sabato, sono stati Chaz Davies su Ducati che precede Eugene Laverty alle prese con problemi al sistema antimpennamento della sua Aprilia. Il grande atteso, il ravennate Marco Melandri non è andato oltre il settimo posto, precedendo uno dei più grandi talenti italiani, Lorenzo Savadori con l’altra Aprilia RSV4 del team Milwaukee. Poca fortuna in casa Yamaha, che perde Alex Lowes per una caduta e piazza Michael van der Mark al quarto posto, desideroso di rifarsi nella gara di domenica.

GARA 2

L’appetito viene vincendo e Jonathan Rea non si fa pregare, anche se costretto a partire dalla terza fila – come da regolamento del podio di gara 1 – nella gara di domenica effettua una grande rimonta che gli permette, una volta superati tutti gli avversari in lotta per il titolo, di avvicinarsi al battistrada della Yamaha Michael van der Mark che sembra in grado di conquistare la vittoria. Negli ultimi giri Jonathan è ormai attaccato ai tubi di scarico della Yamaha, ma arriva lungo alla curva della Quercia e perde il contatto, ma appena pochi giri dopo è nuovamente alle spalle del pilota olandese, e questa volta l’attacco riesce alla Variante del Parco, proprio nel cambio di direzione della prima curva. Un finale tiratissimo anche per Marco Melandri con la Ducati Aruba.it, che è rimasto attaccato al duo di testa per tutto il finale di gara, senza avere la possibilità di sferrare l’attacco, chiude con un ottimo terzo posto.

Gli appuntamenti con il Mondiale Superbike riprendono dopo la pausa estiva il 15-16 settembre a Portimao in Portogallo.

Classifica Gara 1

Classifica Gara 2

Motori — rubrica a cura di Stefania Guernieri

Stefania Guernieri

Stefania Guernieri — Giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata di cronaca nera e cronaca giudiziaria per oltre 10 anni. Oggi scrive per varie testate giornalistiche di cibo e vino, motori e altri sport, politica. Ha esperienze in uffici stampa e gestione eventi, gestione campagne elettorali, ed ha curato l'organizzazione di numerose manifestazioni legate al settore enogastronomico.

E-mail: stefania.guernieri@gmail.com