Rubrica — Calcio Storico

Il 17 febbraio torna la partita dell’Assedio Fiorentino

Il programma della celebrazione


Venerdì 17 febbraio torna in piazza Santa Croce la partita dell’Assedio. L’appuntamento, organizzato dall’associazione 50 minuti con il Calcio storico fiorentino e il Comune di Firenze, è stato presentato oggi in Palazzo Vecchio dall’assessore alle Tradizioni popolari Andrea Vannucci e dal presidente del Calcio storico Michele Pierguidi. Magnifico Messere della partita il gruppo dei vigili del fuoco del team ‘Usar Medium’ del Comando di Firenze intervenuti all’Hotel Rigopiano.

“Un giorno molto importante nel calendario delle tradizioni popolari fiorentine con la rievocazione di un evento che ha dato inizio a tutto il Calcio storico fiorentino – ha detto Vannucci –.Un’iniziativa che va avanti ormai da sette anni grazie alla collaborazione dell’associazione 50minuti. Anche quest’anno le Vecchie Glorie del Calcio storico scenderanno in campo con un fine nobile per devolvere l’incasso all’Ant. Un modo unico per coniugare la valorizzazione del passato e della storia di Firenze con il futuro della città, facendo anche del bene”.
“Dal 2010 la partita dell’Assedio è un appuntamento irrinunciabile perché ricorda la giornata dell’orgoglio fiorentino – sottolinea il presidente Pierguidi – Il 17 febbraio, assediati dalle truppe di Carlo V, i fiorentini non hanno fatto piagnistei. Per prenderli in giro misero i musici sui tetti, suonarono i tamburi e giocarono in Santa Croce. Una manifestazione per chi ama Firenze e per rivedere giocare gli storici calcianti fiorentini”.
Il 17 febbraio 1530 piazza Santa Croce a Firenze divenne teatro di una delle più importanti sfide lanciate dalla Repubblica Fiorentina all’imperatore Carlo V: la popolazione assediata da molti mesi dalle truppe imperiali, si cimentò in una partita di calcio dando l’impressione di non considerare l’esercito dell’impero degno di attenzione.
Appuntamento mercoledì 17 febbraio alle 14.30 in Palagio di Parte Guelfa con la sfilata del corteo della Repubblica fiorentina e dei calcianti nei costumi del 1530. Attraversate le vie cittadine, i calcianti assieme al corteo faranno il loro ingresso nella basilica di Santa Croce dove saranno ricevuti da padre rettore Antonio Di Marcantonio. Dopo la celebrazione e il ricordo della fatidica giornata, i calcianti scenderanno in piazza dando vita alla storica partita. L’ingresso alla manifestazione è gratuito, con offerta libera in favore dell’Ant. L’associazione 50 minuti è affiliata Uisp.

Programma

Percorso del Corteo Storico :
Ore 13.30 ritrovo con i calcianti presso la palestra Leon Battista Alberti in piazza Santa Croce
Ore 13.45 partenza verso il Palagio di Parte Guelfa
Ore 14 arrivo al Palagio di Parte Guelfa
Ore 14.30 – partenza del Corteo da Palagio di Parte Guelfa, via Pellicceria, via Porta
Rossa, Mercato Nuovo, via Vacchereccia, piazza della Signoria, via
dei Gondi, San Firenze, Borgo dei Greci, piazza Santa Croce
Ore 15 – arrivo del Corteo – ingresso in chiesa e benedizione da parte dell’autorità
religiosa
Ore 15.15 - uscita del Corteo dalla chiesa, schieramento in campo
Ore 15.30 – ingresso in campo del Corteo e sbandierata
Ore 15.45 – inizio partita
Ore 16.35 circa - fine della partita e rientro del Corteo con percorso inverso

Redazione Nove da Firenze