Rubrica — L'Avvocato Risponde

Empoli: servizio di consulenza legale gratuita all’ufficio del Giudice di Pace

Attività svolta dall’Ordine degli Avvocati di Firenze attraverso l’associazione locali per tutti i cittadini dell’Empolese Valdelsa. Ecco come funzionerà a partire da settembre


EMPOLI – Inaugurato questa mattina, martedì 29 maggio, nella sede del Giudice di Pace di Empoli, in via Raffaello Sanzio, in quelli che erano i locali della sezione distaccata del Tribunale di Firenze, gli uffici che ospiteranno lo sportello al cittadino, servizio di orientamento legale gratuito tenuto dagli avvocati.

L’ufficio aprirà concretamente nel prossimo settembre, al termine di un percorso di formazione dei 25 legali che si occuperanno, a titolo gratuito e volontario, del servizio di consulenza rivolto a tutti i cittadini degli 11 Comuni dell’Empolese Valdelsa.

Questa mattina, nella grande aula circolare dell’ex tribunale, è stata firmata una convenzione fra il Comune di Empoli, quale capofila dell'Unione, e il consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Firenze.

Sarà poi l'associazione Avvocati Empoli e Valdelsa a gestire lo sportello al cittadino. Adesso ordine e associazione hanno a disposizione due uffici all’interno della struttura di Via Sanzio.
Erano presenti il sindaco di Empoli e presidente dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa Brenda Barnini; il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Firenze Sergio Paparo; il presidente dell’associazione degli Avvocati di Empoli e Valdelsa Gian Paolo Stefanelli; il segretario generale del Comune di Empoli e dell’Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa Rita Ciardelli.

Hanno partecipato all’inaugurazione anche il senatore Dario Parrini e sindaci e assessori dell'Unione dei Comuni del Circondario Empolese - Valdelsa: oltre a Brenda Barnini, Alessandro Giunti, sindaco del Comune di Capraia e Limite; Claudia Centi, vicesindaco del Comune di Castelfiorentino; Serena Buti, vicesindaco del Comune di Cerreto Guidi; Giacomo Cucini, sindaco del Comune di Certaldo; Sara Rigacci, vicesindaco del Comune di Gambassi Terme; Alessio Spinelli, sindaco del Comune di Fucecchio; Paolo Pomponi, sindaco del Comune di Montaione, Elena Ammirabile, sindaco del Comune di Montespertoli; Aglaia Viviani, assessore del Comune di Montelupo Fiorentino; Cristina Pezzatini, vicesindaco del Comune di Vinci.

«Gli enti locali e le istituzioni devono essere sempre più erogatori di servizi. Su proposta dell’ordine degli avvocati abbiamo lavorato affinché alcuni spazi di questa sede potessero essere destinati a questa funzione. I cittadini hanno bisogno di trovare dei luoghi dove essere seguiti e trovare consulenza e risposte – ha detto il sindaco Barnini – quindi questa iniziativa ha un valore aggiunto, quello di poter indirizzare i cittadini verso un luogo dove avere aiuto. Un altro passo in avanti per i servizi al cittadino del nostro territorio. Dopo la riapertura dell'ufficio del Giudice di Pace un altro passo in avanti nella giustizia di prossimità».

Sergio Paparo presidente Ordine Avvocati di Firenze: «Ringraziamo l’amministrazione del Comune di Empoli per aver dato questa disponibilità. Un’opportunità professionale anche per tutti i giovani avvocati. Ringrazio anche Roberto Nannelli, primo consigliere del foro di Empoli nell’ordine degli avvocati di Firenze».

«Fa una certa emozione essere qui, perché nel settembre 2013, quando la sede distaccata del tribunale di Firenze fu chiusa, sembrava tutto finito, tutto perso. Invece – ha detto Roberto Nannelli – è iniziato un lavoro tenace, la politica ci ha ascoltato e oggi siamo qui grazie a loro. Siamo qui per mettere un mattoncino in più che ci porta nel tessuto sociale, a contatto con la vita di tutte le persone. Faremo un lavoro di consulenza gratuito per coloro che non possono permettersela. Ricordo che gli avvocati non possono indirizzare le persone verso nessuno dei colleghi, tanto meno verso se stessi»

«Una delle giornate più importanti per la nostra associazione – ha detto Gian Paolo Stefanelli –. Ringraziamo l’ordine e tutti i nostri soci. A noi spetterà la gestione sia dello sportello sia della stanza dell’ordine. Il progetto è ambizioso. Sono certo che faremo un servizio di prossimità e di grande qualità grazie a tutti i colleghi che si sono resi disponibili. Grazie anche al consigliere Nannelli che ci seguirà in questa prima fase. Ringrazio anche tutta l’Unione dei Comuni e in particolare il sindaco Barnini».

Lo sportello si occuperà di tutela della persona (interdizione, inabilitazione, amministratore di sostegno), eredità e successioni (questioni ereditarie, dichiarazione di successione, testamenti), casa (contratti di compravendita, affitto, locazioni residenziali, esecuzioni e sfratti), e famiglia (separazioni e divorzi, accordi di convivenza, alimenti e mantenimento, adozione, tutela dei soggetti e dei minori).

Gli incontri, sebbene orientati a fornire la soluzione migliore alla problematica esposta, non daranno tassativamente luogo né a pareri scritti, né a redazione di preventivi, né ad indicazioni di nominativi di professionisti.

Il servizio trova spazio negli stessi locali del Giudice di Pace e permettere di ottenere un primo orientamento su temi di carattere giudiziario.

L’obiettivo è quello di fornire informazioni su argomenti e tematiche di natura civilistica di interesse della collettività.

Lo sportello sarà riservato ai cittadini residenti nei Comuni aderenti all’Ufficio Associato del Giudice di Pace di Empoli, come detto l’attività sarà svolta a titolo completamente gratuito per l’utenza e senza oneri per l’amministrazione. È esclusa l’attività giudiziale e stragiudiziale di stesura di atti, di redazione di memorie difensive nonché di corrispondenza scritta e verbale per le quali è necessario che il cittadino costituisca con il professionista di fiducia un rapporto di natura privatistica. Il servizio viene svolto da avvocati nel rispetto del codice deontologico forense.

Gli incontri si terranno ogni martedì, giorno individuato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Firenze, di concerto con il Dirigente dell’Ufficio del Giudice di Pace di Empoli, dalle 15 alle 17, e si svolgeranno previa prenotazione. Il servizio prenderà il via nel prossimo settembre, dopo un periodo di formazione dei 25 avvocati che hanno dato la loro adesione.

Redazione Nove da Firenze