Diritti Civili al Toscana Pride: appuntamento a Firenze

Firenze capitale del Pride ha presentato un ricco programma di eventi in preparazione ed a corredo della giornata conclusiva.
Nove da Firenze ha voluto offrire, nell'occasione, un quadro conoscitivo di alcuni tra i diritti civili meno discussi e più necessari per il vivere quotidiano.
I nostri ospiti hanno commentato con favore l'approvazione della Legge Cirinnà alla quale però mancano ancora non solo gli aspetti pratici che saranno valutabili tra qualche mese, ma soprattutto integrazioni significative per il raggiungimento di alcuni traguardi, storici per l'Italia, già affermati e radicati in altri paesi non solo europei.

Dj set, feste, aperitivi, teatro, cinema, performance, letteratura, arte: per una settimana la limonaia di Villa Strozzi a Firenze, si è tinta dei colori dell'arcobaleno.

Sabato 18 giugno una grande parata attraversa le vie del centro storico della città capoluogo della Toscana portando in piazza migliaia di cittadini per dare nuovo impulso alla battaglia per il riconoscimento dei diritti e alla lotta alle discriminazioni.

Nato da un percorso politico intrapreso alcuni mesi fa da un’ampia rete di associazioni della Toscana, ciascuna con storie e specificità diverse, il Toscana Pride è un grande evento che coinvolge tutta la città

Sarà un Pride dal sapore civico - ha detto Barbara Caponi, presidente del Comitato promotore – un’occasione per coniugare i valori tradizionali di accoglienza e democrazia della nostra città con le istanze di un movimento che fa ancora i conti con una discriminazione sostanziale e giuridica nel nostro Paese. Abbiamo già chiesto la presenza della banda municipale e degli sbandieratori del Calcio Storico fiorentino. Con il Pride risponderemo, in modo gioioso, pacifico e civile, a chi promuove omofobia e transfobia”

 Nel documento politico della manifestazione, i temi della parità dei diritti, della tutela dei singoli e delle singole, della legittimazione dei legami affettivi e genitoriali e la laicità delle istituzioni. Ma le rivendicazioni della comunità LGBTI sono inserite nella cornice più ampia delle politiche di welfare, del lavoro e delle politiche educative di contrasto al sessismo e alla violenza di genere. Per sostenere il Toscana Pride tramite bonifico sul conto corrente IT62 W033 5901 6001 0000 0142 545 (Banca Prossima) intestato a: Toscana Pride.

Concentramento: ore 15.00 - Piazza d'Azeglio

Per raggiungere Piazza d'Azeglio (a 2 km a piedi dalla stazione di Santa Maria Novella), prendere l'autobus LINEA 6 (direzione Novelli, fermata: piazza D'Azeglio) oppure in macchina, vicino Piazza d'Azeglio sono disponibili dei posteggi a pagamento della Firenze Parcheggi ed in piazza Sant'Ambrogio (accessibile da Viale della Giovane Italia).

Autobus da LIVORNO: Evento Facebook »

Autobus da GROSSETO: Evento Facebook »

Partenza alle 16. Il corteo si snoderà verso piazza San Marco. Arrivo in Piazza Indipendenza dove sul palco saliranno numerosi personaggi e testimonial.

Tutti gli articoli su Diritti Civili al Toscana Pride: appuntamento a Firenze