Blitz anti bivacco della Polizia Municipale nella zona di Firenze Sud

Stamani l’intervento degli agenti dei Reparti di Gavinana e dell’Antidegrado nell’area compresa tra via Reims e piazza Gino Bartali, a seguito delle segnalazioni dei cittadini. In due settimane di controlli mirati della Polizia Municipale su parcheggiatori abusivi e mendicanti molesti due le persone denunciate, 10 gli ordini di allontanamento e 43 le multe


Il blitz è scattato alle 7.30 a seguito delle segnalazioni dei cittadini e si è concluso con cinque persone multate. Questa mattina gli agenti del Reparto di Gavinana, coadiuvati dai colleghi reparto Antidegrado, hanno effettuato un’operazione anti bivacco a Firenze Sud, per la precisione nell'area tra via Reims e piazza Gino Bartali. Gli interventi sono stati predisposti a seguiti delle segnalazioni arrivate sia dal Centro Anziani di via Reims sia dal parroco della chiesa del Corpus Domini. Cinque le persone identificate (quattro uomini di età compresa tra 30 e 49 anni e una donna di 58 anni) tutte di nazionalità polacca. Tre degli uomini sono risultati senza documenti e quindi sono stati identificati tramite fotosegnalazione presso la Polizia Scientifica: dagli accertamenti successivi sono risultati già noti alle forze dell’ordine. Dai controlli sul posto gli agenti hanno verificato che queste persone dimoravano con coperte e sacchi a pelo sotto l'area adiacente alla chiesa. Per tutti è scatta la sanzione per bivacco su luogo pubblico (160 euro) e l’intimazione ad allontanarsi dal luogo.

Due persone denunciate, 10 ordini di allontanamento e 43 multe. È questo il resoconto delle due settimane di controlli della Polizia Municipale dedicati al decoro urbano con una particolare attenzione alla repressione dell’attività di parcheggiatore abusivo e il controllo dei mendicanti.

Per quanto riguarda i parcheggiatori abusivi, tra il 7 ed il 12 maggio gli agenti hanno concentrato l’attività nella zona del Quartiere 1 compresa tra lungarno della Zecca Vecchia, piazza Piave, piazzale Donatello, viale Matteotti, piazza Brunelleschi e piazza Isidoro del Lungo. I controlli si sono estesi anche altrove, Tuttavia i controlli si sono estesi anche in altre zone, in particolare in piazza Vittorio Veneto, nell’area della Leopolda, nel parcheggio dell’ex IOT, piazza Savonarola e piazza dell’Isolotto. Numerose le persone sottoposte ad accertamento con 18 verbali per esercizio abusivo dell’attività di parcheggiatore (con il sequestro del denaro circa 60 euro), 10 ordini di allontanamento e due persone denunciate per resistenza e minacce pubblico ufficiale, violazioni delle normative sull’immigrazione. “Continua l’impegno della Polizia Municipale contro il fenomeno dei parcheggiatori abusivi – sottolinea l’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi –. Sappiamo che il fenomeno che anche dopo questi interventi non è debellato ma, anche sulla base delle segnalazioni dei cittadini, proseguiremo con questi interventi mirati a scoraggiare a finalizzata a contrastare questa attività illegale”.

Per quanto riguarda il monitoraggio della questua, i controlli sono stati eseguiti tra il 30 aprile e il 5 Maggio. L’attenzione è stata dedicata soprattutto al centro storico (la zona del Duomo fino piazza Signoria e piazza del Mercato Nuovo, piazza Santa Maria Novella, l’asse da piazza dell’Unità a via Cerretani, l’area di Borgo Ognissanti-via Palazzuolo) ma gli agenti sono intervenuti anche in via Benedetto Marcello, via del Gelsomino, via Silvio Pellico, viale Torricelli, nel sottopasso di San Salvi, in via Massaccio, via Pier Capponi. Complessivamente 25 le multe per questua molesta (sanzione da 160 euro).

Redazione Nove da Firenze