Leonardo da Vinci


Nato il 15 aprile del 1452 a Vinci, Leonardo era il figlio illegittimo di un notaio di 25 anni, Ser Piero e di una contadina, Caterina. Crescendo nella casa di suo padre a Vinci, Leonardo ebbe accesso a testi scolastici e anche alla tradizione pittorica locale e quando ebbe quasi 15 anni, suo padre gli fece fare apprendistato nella rinomata Officina di Andrea del Verrochio a Firenze, dove rimase fino al 1477, anno in cui ne fondò una propria.

In cerca di nuove sfide e di denaro, entrò al servizio del Duca di Milano nel 1482, abbandonando così la sua prima commissione a Firenze, "l'Adorazione dei Magi". Trascorse 17 anni a Milano, che lasciò solo dopo la caduta del Duca Ludovico Sforza nel 1499. Fu nel corso di questi anni che Leonardo coneguì successi scientifici e artistici, disegnando, scolpendo e progettando elaborate feste di corte, oltre che armi, edifici e macchinari. I suoi studi di questo periodo riguardano progetti per armi avanzate, incluso un carro armato e altri veicoli da guerra, diversi disegni su dispositivi da combattimento e sommergibili. Sempre in questo periodo Leonardo intraprese i suoi primi studi di anatomia.

Dopo l'invasione dei francesi e la caduta di Ludovico Sforza nel 1499, cominciò a cercare un nuovo mecenate e, per i sucessivi sedici anni, Leonardo lavorò e viaggiò attraverso l'Europa. Dopo il 1503 Leonardo cominciò a lavorare alla "Mona Lisa". Dal 1513 al 1516 fu a Roma e riuscendo a mantenere un officina intraprese una varietà di progetti per il Papa. Continuò a studiare anatomia e fisiologia umana ma il Papa gli proibì di sezionare i cadaveri.

Dopo la morte del suo mecenate Giuliano de' Medici nel marzo del 1516, gli fu offerto il titolo di primo pittore e ingegnere e architetto del re Francesco I di Francia. Nonostante soffrisse di una paralisi della mano destra, Leonardo era ancora capace di disegnare e insegnare. Fece degli studi per la Vergine Maria da "la Vergine e il bambino con Sant'Anna", studi su gatti, cavalli, draghi e San Giorgio, studi di anatomia, studi sulla natura dell'acqua, disegni del diluvio e di svariate macchine.
Leonardo morì il 2 di Maggio del 1519 a Cloux in Francia. La leggenda narra che Re Francesco fosse al suo fianco al momento della sua morte, cullando la sua testa tra le sue braccia.

Redazione Nove da Firenze