Giovedì 12 maggio (alle ore 21.00) omaggio a John Fante al Melbookstore di Firenze - via De' Cerretani 16r


John Fante è nato a Denver (Colorado) l'8 aprile 1909, figlio di un abruzzese emigrato in America nel 1901. Nel 1935 scrive il suo primo romanzo, La strada per Los Angeles, pubblicato postumo nel 1985. Il vero romanzo d'esordio è Aspetta primavera, Bandini, uscito nel 1938. Del 1939 è il suo capolavoro Chiedi alla polvere. Tra gli altri suoi romanzi ricordiamo Sogni di Bunker Hill e La confraternita del Chianti. John Fante muore l'8 maggio 1983.

Partecipano alla serata:

David Riondino
Toscano, classe 1952, David Riondino nasce con la generazione dei cantautori degli anni Settanta, pubblicando dischi e canzoni abbastanza conosciute. Nel cinema ha recitato in Kamikazen (1987) con Paolo Rossi, Cavalli si nasce (1989) e ha diretto Cuba Libre (1997). Singolare anche la sua attività in televisione dove ha partecipato a trasmissioni televisive interessanti e innovative, come Lupo solitario, Fuori orario, Aperto per ferie, L’araba fenice, Quelli che il Calcio, Velisti per caso (navigando per un mese con Patrizio Roversi nella barca Adriatica) e Bulldozer.
Il teatro resta comunque la sua attività principale. La sua attività teatrale parte dal Romanzo Picaresco (1989) all’esperienza con Paolo Rossi in Chiamatemi Kowalski e La commedia da due lire (1990), per continuare con Paesaggi dopo la battaglia(1991), Seminario sulla verità (1992), O patria mia (1993/94) con la regia di Giuseppe Bertolucci e Solo con un piazzato bianco (1996). Gli ultimi spettacoli rappresentano sempre di piu la scelta di un teatro all’insegna della commistione di generi fra poesia, satira, testi classici piu o meno noti e musica dal vivo: tra questi il Trombettiere di Custer, con Antonio Catania Enrico Rava e Stefano Bollani, l’Inferno con Sandro Lombardi, La buona novella di Fabrizio De Andrè.

Carlo Lucarelli
Carlo Lucarelli è nato a Parma nel 1960, e vive in provincia di Bologna, a Mordano. Esperto di storia della polizia fascista, ha svolto la tesi di laurea sulla polizia della Repubblica di Salò e ha scritto numerosi romanzi e racconti gialli con protagonista il commissario De Luca. E' fondatore del Gruppo 13 che riunisce i giallisti emiliano-romagnoli. Lucarelli viene considerato uno dei migliori giallisti italiani: esponente di spicco del nuovo noir anni Novanta, ha reinterpretato i moduli della narrativa di genere per indagare le contraddittorie e molteplici realtà della società contemporanea. Tra le sue numerose altre attività è commediografo, cronista di nera, scrive sceneggiature di fumetti e soggetti per videoclip, insegna alla scuola Holden e nel carcere Due Palazzi di Padova, coordina una rivista su Internet (Incubatoio 16). Collabora con quotidiani e riviste (Sabato Sera, Il Manifesto, Il Messaggero, L’Europeo...) e conduce una fortunata trasmissione televisiva sui delitti irrisolti, Mistero in Blu, poi diventata Blu notte. Canta a tempo perso con il gruppo post punk Progetto K.

Luca Scarlini
Nato nel 1966, si occupa di drammaturgia contemporanea e di letteratura comparata. Insegna tecniche narrative presso la Scuola Holden di Torino e traduce dall’inglese e dal francese per varie case editrici tra cui ADN-Kronos e Fazi (alcuni titoli: Medea di Robinson Jeffers, Perché John Lennon porta la gonna? di Claire Dowie, Sparkleshark di Philip Ridley con Barbara Nativi). Collabora con numerose istituzioni teatrali italiane come consulente letterario e traduttore (Teatro Stabile di Parma, Link di Bologna, Teatro Regio di Torino, Festival Intercity di Sesto Fiorentino, National Theatre di Londra). Come storico dello spettacolo, attività che svolge in qualità di professore free-lance in varie Università europee, ha pubblicato numerosi interventi sulla drammaturgia contemporanea in riviste e volumi, tra cui Un altro giorno felice, La fortuna del teatro di S. Beckett in Italia dal 1953 ad oggi. Scrive regolarmente sulla rivista «L’Indice» come recensore di libri di teatro e spettacolo.

Marco Vichi è nato nel 1957 a Firenze. Vive nel Chianti. Negli anni passati ha pubblicato racconti in diverse riviste italiane. Nel 1999 ha realizzato per radio RAI RADIO TRE cinque puntate della trasmissione Le Cento Lire dedicate all'arte in carcere.
Presso Guanda sono usciti i romanzi L'inquilino, Donne donne, Il commissario Bordelli, Una brutta faccenda, Il nuovo venuto. Dalla stessa casa editrice è stato recentemente pubblicato Perchè dollari? un altro romanzo che vede protagonista l'ormai famoso commissario Bordelli.

Emiliano Gucci è nato a Firenze nel 1975. Ha lavorato come operaio, magazziniere, cassiere, ha suonato in una punk rock band e ha disegnato cartoni animati per il cinema e la televisione. Donne e topi è il titolo del suo primo romanzo pubblicato da Lain con il quale è stato premiato miglior scrittore toscano 2004 dalle regione Toscana.

Enzo Fileno Carabba è nato nel 1966 a Firenze e vive attualmente nella campagna toscana. E' autore di diversi romanzi, tra cui Jakob Pesciolini (Premio Calvino 1991), La regola del silenzio e La foresta finale, tutti editi da Einaudi, nonché di numerosi racconti pubblicati in antologie sia in Italia che all'estero. Prima che nel nostro paese da Marsilio, il suo ultimo romanzo Pessimi segnali è stato pubblicato nel 2003 in Francia, nella prestigiosa "Série Noire" di Gallimard, presentato come un romanzo "perennemente in bilico tra il fou rire di Benigni e l'angoscia di David Lynch".

Gianluca Morozzi è nato nel 1971 a Bologna, dove vive. Ha pubblicato i romanzi Despero, Dieci cose che ho fatto ma non posso credere di aver fatto, però le ho fatte, Accecati dalla luce e la raccolta di racconti Luglio, agosto, settembre nero, tutti usciti da Fernandel. Ha raggiunto la notorietà nel 2004 con Blackout pubblicato da Guanda. E' in uscita a fine giugno il suo prossimo romanzo.

Raffaele Palumbo, giornalista, direttore di “Controradio” e docente di sociologia della comunicazione all'Università di Firenze, ha pubblicato Prima di scrivere, libro strutturato come compagno di viaggio per giovani studenti che cercano un rapporto sereno e costante con la scrittura. Sarà il conduttore della serata.

Giovanna Di Lello nasce a Hamilton, in Canada, da genitori italiani. Si trasferisce in Italia, a Pescara, dove si laurea in Lingue e Letterature Straniere con una tesi su Jean-Luc Godard. Frequenta anche un DEA in cinema all’università di Liegi. Nel frattempo, con un gruppo di amici di Pescara conosciuti ai corsi di storia del cinema del professor De Vincenti, dà vita alla cooperativa “Rosabella”. Organizzano rassegne cinematografiche, fanno didattica nelle scuole e producono anche documentari e cortometraggi. Come regista ha realizzato un cortometraggio in video e il documentario su John Fante che verrà presentato durante la serata.

Franco Di Francescantonio
Diplomato in scenografia all' Accademia di Belle Arti di Firenze nel 1974. Lavora con importanti registi e coreografi italiani e stranieri quali Zeffirelli, Bianchini, De Simone, Poliakov e altri. Collabora con Radio RAI di Firenze e alterna alla prosa spettacoli di Teatro-danza, gestuale, musicale, teatro-cabaret (con il gruppo I Giancattivi ). Collabora con il Balletto di Toscana, il Maggio Musicale Fiorentino, l'Opera di Roma e di Genova, l'Arena di Verona, la Biennale-Musica di Venezia, la Scala ed il Piccolo Teatro di Milano, il Liceu e Grec di Barcellona, il Teatro Greco di Siracusa. Con i suoi spettacoli, fra i quali ricordiamo Lettera al padre tratto da Kafka (regia di Massimo Masini) e Confessione di Tolstoj (regia Riccardo Sottili), Recitarcanzoni ha vinto diversi premi internazionali. Collabora con l'Ensemble diretto da Mischa Van Hoecke e, in qualitá di docente, con l'Istituto del Teatro di Barcellona. Intensa la sua attivitá didattica con corsi di perfezionamento teatrale per attori, ballerini e cantanti sia in Italia che all' estero. Ha partecipato ai film Goya a Bordeaux di Carlos Saura, La rentrèe di Franco Angeli, No somos nadie di Jordi Mollà e Mangia di Jan Lauwers.

Di Maggio Bros.
La band nasce nel ‘97 dall’incontro di esperti musicisti del circuito Rockabilly italiano: Marco Di Maggio, Massimo Di Maggio e Sasso Battaglia. I tre rockers, provenienti da esperienze maturate in campo internazionale con le rispettive bands d’origine, si uniscono con il preciso intento di plasmare un progetto atto alla ricostruzione del sound dei “SUN STUDIOS” di Memphis. Optano così per una line-up priva di batteria (sapientemente rimpiazzata dal percussivo slap del contrabbassista Sasso), dove spiccano le innate qualità vocali di Massimo Di Maggio ed i virtuosismi strumentali del chitarrista Marco Di Maggio.La band, dopo un tour estivo approda al Tam-Tam Studio di Cesena che co-produce il loro primo album: “Rockabilly from the Boots Up”.Da allora l’escalation del trio è inarrestabile; Matteo Giannetti sostituisce al contrabbasso Sasso Battaglia, il disco viene promosso a pieni voti dalla stampa specializzata mondiale con giudizi estremamente entusiastici. Dopo molte recensioni di questo calibro, i D.M.B. vengono inseriti in numerose e prestigiose compilations al fianco di Country e Rockabilly stars americane ed inglesi.

Redazione Nove da Firenze